Pagelle di metà anno Formula 1 2020: Scuderia Ferrari

Introduzione (l’articolo prosegue dopo la lista)

Quest’anno è ormai mediaticamente caratterizzato dalle sfortune che si è portato con sé. Gennaio ha debuttato con i catastrofici incendi dell’estate australiana, un disastro che nel mese di marzo ha lasciato il passo al famigerato Coronavirus, passando per una terza guerra mondiale sfiorata a febbraio.

Un 2020 bizzarro che ha interagito con la Formula Uno al punto tale da plasmarle quasi un nuovo volto, tramite la raccolta fondi realizzata a sostegno dell’Australia e tramite la nettissima presa di posizione del Circus nell’orbita del movimento “Black lives matter”.

Tuttavia, è nel confusionario weekend di apertura in Australia che si è consumato l’impatto frontale tra Formula Uno e 2020. L’inizio di campionato slitta così al 5 luglio con un calendario accorciato che, salvo sorprese, dovrebbe chiudersi ad Abu Dhabi con il round numero 17.

Eccoci quindi dopo l’ottava gara a proporvi le classifiche di metà stagione 2020.

Pagelle team per team:

  1. Mercedes AMG Petronas
  2. Red Bull Racing
  3. Scuderia Ferrari
  4. Racing Point
  5. McLaren
  6. Renault
  7. Alpha Tauri
  8. Sauber Alfa Romeo Racing
  9. Haas
  10. Williams

Ferrari :


Leclerc 8.5: dopo l’inarrestabile ascesa iniziata con la conquista del campionato di GP3 nel 2016 e culminata con le vittorie in Formula Uno per Ferrari nel 2019, Charles si trova oggi ad affrontare la prima stagione in discesa del suo momento agonistico.

Il monegasco si conferma però una certezza sempre presente, seppur non scintillante come lo scorso anno. In calo rispetto all’anno scorso risultano in particolare i corpo a corpo (forse a causa di una vettura più nervosa e instabile) e la grande occasione gettata via col botto di Monza.

Tuttavia, fanno da contraltare il gap rifilato costantemente al compagno di squadra e prestazioni quali il podio in Stiria e la gara tutta in gestione a Silverstone, culminata anch’essa in un podio.

Posizione in classifica piloti: 7° con 45 punti


Vettel 4: l’anno parte male, appiedato dalla squadra inizia la stagione a bordo di una pessima vettura che non accenna a migliorare col passare delle gare. Come se non bastasse il pilota ci mette anche del suo accumulando prestazioni povere e non degne di un quattro volte campione del mondo. Le voci (spesso pura speculazione) circolate circa un addio anticipato con Ferrari segnalano la gravità della situazione.

L’incapacità di adattarsi a macchine con un posteriore non piantato a terra, inoltre, rafforzano l’idea di chi crede che i mondiali del periodo 2010-2013 siano stati più vinti da Newey che da lui.

Posizione in classifica piloti: 13° con 16 punti


Ferrari 1: poche parole ma esaustive. Da Ferrari non ci si aspetta questo e una Ferrari così è semplicemente
inguardabile. Unica attenuante l’accordo tardivo (ma prevedibile) con FIA circa il motore.

Posizione in classifica costruttori: 6° con 61 punti
Gara: Lec 3 – 2 Vet
Qualifiche: Lec 6 – 2 Vet
% punti del team: Lec 74% – 26% Vett

Autore:

Alberto Malinverno