Tesla Model S vs Porsche Taycan: la sfida del momento

La storia dell’Automobile è ricca di duelli epici tra vetture ad alte prestazioni appartenenti alla medesima categoria: Ferrari F40 e Porsche 959, Subaru impreza WRX STI e Mitsubishi Lancer Evolution, BMW M3 e Mercedes C63, giusto per citarne alcune.

Con l’avvento dell’elettrico, molti temono che le grandi storie come queste svaniranno, in un inferno fatto di auto asettiche, anonime e banali, ma la “guerra” tra le prime due berline sportive elettriche mai prodotte ci dimostra che non sarà affatto così.

Parliamo infatti della rivalità tra la Tesla Model S e la Porsche Taycan.

La prima è semplicemente l’auto che ha portato l’elettrico ad una diffusione su larga scala, molto più rapidamente di quanto ci si potesse aspettare, dopo aver osservato i casi della Roadster e della Fisker Karma.

Nasce nel 2012 suscitando grande scalpore, in quanto dimostrava che la piccola azienda che produceva una due posti elettrica basata sulla Lotus Elise avesse ambizioni di un’entità tale da essere destinata a generare una rivoluzione.

Progettata con metodi moderni ed avveniristici, attualmente riesce ancora a vendere più delle rivali a motore endotermico, Audi A8, BMW Serie 7 e Mercedes Classe S.

Grazie al suo successo, si stima che sia stata evitata l’emissione nell’atmosfera di oltre un miliardo di tonnellate di CO2.

La sua nuova sfidante è invece un’auto ben più recente, costruita negli stabilimenti Porsche a partire dal 2019, dopo quattro anni di gestazione iniziati con la presentazione della Concept Mission E, seguita poi da una curiosa “cross turismo” che ci aveva fatto credere che la vettura sarebbe stata una berlina rialzata, in stile Subaru Outback o A6 Allroad.

Il suo stile riesce a distinguersi nettamente da quello di Tesla, imitato invece da molte altre Case, in quanto al minimalismo oppone la “razionalità” tipica degli interni di 911, Cayenne e Panamera, in cui si possono trovare molte forme ed elementi, posti però in grande armonia tra loro.

Quando hanno iniziato ad affrontarsi sul mercato, le riviste generaliste hanno iniziato a paragonarne facilità di ricarica, autonomia e confort, mentre gli appassionati hanno rivolto l’attenzione verso un unico parametro: quale di queste due va più forte?

Rispondere a questa domanda non è poi così facile.

Come possiamo vedere in questo filmato, infatti, la Porsche Taycan sulle lunghe distanze in rettilineo pare battere una Tesla Model S, recuperando dopo aver perso qualche metro in partenza, così come in questo video:

ma anche in questo:

ed in questo:

Tuttavia, gli appassionati Tesla non credono in questi risultati, accusando in primis la rivista Top Gear di aver fatto vincere deliberatamente la Taycan non inserendo la modalità “Ludicrous” sulla Model S.

Se nella pura drag race la Tesla pare comunque essere in difficoltà, la situazione si ribalta quando si parla del famigerato Nurburgring.

Sul tracciato dell’Inferno Verde, infatti, abbiamo assistito ad una lotta molto simile a quella avvenuta tra la Porsche 911 GT2 RS e la Lamborghini Aventador SVJ.

 

In questo caso, infatti, dopo che la Porsche aveva segnato un tempo che pareva irraggiungibile per ogni altra sportiva al momento disponibile, Lamborghini aveva preparato e portato in pista una versione ancora più estrema della sempreverde Aventador, la SVJ, prima ancora che venisse presentata, e con le cammuffature addosso aveva segnato un tempo inferiore di tre secondi.

Per tutta risposta, Porsche ha preparato una versione ai limiti della legalità della GT2 RS, chiamata MR, sviluppata apposta per sottrarre altri quattro secondi al tempo della Lamborghini ed arrivando così a segnare uno sbalorditivo 6 minuti e 40.

L’auto è stata poi offerta al pubblico sottoforma di serie limitata costosissima (95 mila euro in più).

La stessa storia si è ripetuta sul fronte delle auto elettriche, con la Tesla che inizialmente deteneva il record, anche perché essendo stata fino a quel momento l’unica berlina sportiva ad alte prestazioni elettrica, non era servito nemmeno uno sforzo enorme.

Prima ancora dell’inizio della commercializzazione della Taycan, però, Porsche ha deciso di andarsi a prendere il record del ‘Ring pure in questa categoria, scagliando la versione Turbo (non la più potente), ancora cammuffata, sui 27 chilometri del circuito.

Per tutta risposta, Tesla ha provveduto a creare una versione estrema della Model S, detta Plaid, alleggerita, allargata e dotata di un terzo motore.

Con quest’auto, Tesla si è reinserita in cima alla classifica delle auto elettriche più veloci al Ring, seppur seguita da molte critiche in quanto quella versione di Model S non è ancora stata proposta sul mercato.

Sia sul dritto che sul tracciato, insomma, la sfida è più accesa che mai: tra lamentele, battaglie legali, presunte scorrettezze e soluzioni ingegneristiche, la lotta tra Taycan e Model S sta ravvivando non poco il panorama automobilistico a 0 emissioni.