Ormai è ufficiale: Ferrari produrrà un SUV, che si chiamerà Purosangue. Ecco come l’abbiamo immaginata.

Al Salone di Parigi del 2014, durante una conferenza stampa, si è acceso un dibattito tra Marchionne e Luca Cordero di Montezemolo: il primo aveva annunciato l’intenzione di produrre un SUV con marchio Ferrari, ma l’attuale “boss” di Ferrari si era opposto duramente alla creazione di quello che aveva definito un “camioncino”.

Cinque anni dopo, però, è stato annunciato che verrà prodotta la prima Ferrari a ruote alte, e che probabilmente verrà chiamata “Purosangue”, e secondo Marchionne si tratterà di una “FUV”, ossia Ferrari Utility Vehicle, perchè si guiderà e si percepirà come ogni altra Rossa.

A qualcuno potrebbe far storcere un po’ il naso il fatto che Ferrari si appropinqui a costruire una vettura che non potrebbe essere più lontana dal concetto di “Ferrari”, ma questa scelta è decisamente azzeccata in questo momento. Il successo della Cayenne prima e della Urus dopo ha dimostrato come i SUV di lusso ad alte prestazioni piacciano alle masse danarose, e se montano un marchio rinomato che possa essere sfoggiato, è ancora meglio.

Può essere vista come “vettura interessante”, o anche come “male necessario” per i denigratori del genere, ma una cosa di certo va detta: Ferrari ha bisogno di una vettura come la Purosangue, per finanziare le creazioni che ci affascinano ogni volta che vengono presentate e, perchè no, anche la Scuderia di Formula 1, che va bene ma potrebbe andare decisamente meglio.

Prestazioni?

Al momento, ovviamente, non sono state rilasciate dichiarazioni in merito alle prestazioni effettive del modello. Con ogni probabilità, però, possiamo supporre che si baserà sulla meccanica dell’erede della attuale GTC4 Lusso, o ne diverrà addirittura lei l’erede, dato che il genere delle shooting break non sta vivendo il suo momento storico migliore.

Sotto il cofano, quindi, potremo trovare una versione rivista dell’attuale V8 montato sulla GTC4 Lusso T, forse abbinato ad un powertrain ibrido in stile SF90 Stradale, ma ciò è abbastanza improbabile, dato che almeno finora in Ferrari l’ibrido è stato utilizzato solo come “boost” da usare in pista piuttosto che come metodo per ridurre consumi ed emissioni. Chissà se arriverà anche una versione con il V12 della GTC4 più costosa e della 812…

Certamente, la trazione sarà integrale, e il sistema con ogni probabilità sarà molto simile a quello già montato sulla FF e sulla GTC4, il cosiddetto 4RM EVO, e molto probabilmente anche il sistema a quattro ruote sterzanti 4RM-S.

Ora, ecco a voi il render che abbiamo realizzato.

Contattaci all'indirizzo yuk4woo@gmail.com per saperne di più!