Yuk4woo alla Mille Miglia 2019. 2- La Zagato Cento

Il bello della Mille Miglia è che assieme alle “solite” vetture d’epoca, che possono risultare affascinanti ed interessanti per alcuni e meno per altri, vi sono vetture più moderne che accompagnano questa incredibile corsa.

Quest anno, di vetture di accompagnamento interessanti se ne sono viste molte: una Z8, una Aventador S Roadster, persino una Bugatti Chiron, ma pure queste vetture rarissime ed affascinanti sono finite in secondo piano con l’arrivo della “parata” delle vetture moderne più significative prodotte da Zagato.

Ecco cosa vi siete persi se quel sabato stavate guardando l’Eurovision Contest:

Alfa Romeo SZ

Questa originale berlina si basa sulla versione da corsa della celebre Alfa Romeo 75, ma a differenza di essa, può essere guidata su strada. La particolare carrozzeria è plasmata dal “Modar”, un avveniristico materiale termoplastico, che ha permesso a Zagato di donare alla propria creatura questa linea tagliente ed aggressiva. Sotto il cofano romba l’iconico V6 Busso 3.0 da 210 cavalli di potenza, che la lancia a 100 chilometri orari in sette secondi spaccati.

Alla Mille Miglia 2019 era presente un esemplare di colore rosso, come 1.035 delle altre 1.036 Alfa Romeo SZ prodotte (l’esemplare riservato ad Andrea Zagato è di colore nero). Al volante di questa vettura vi era Elisabetta Cozzi, titolare del museo “Fratelli Crozzi”, un museo dedicato all’Alfa Romeo a Legnano.

Lancia Hyena

L’originalissima Lancia Hyena nasce all’inizio degli anni ’90 per volere del distributore di Lancia nei Paesi Bassi sulla base della Lancia Delta Integrale. Ne sono stati prodotti 25 esemplari, non autorizzati dal gruppo Fiat, tutti caratterizzati da uno stile davvero originale.

La vettura in gara è di colore rosso, come la maggior parte delle Hyena, e proviene direttamente dal Giappone.

Per saperne di più, visita questo articolo.

Alfa Romeo TZ3 Stradale

L’Alfa Romeo TZ3 Stradale nasce sulla base della Dodge Viper ACR per celebrare il 90esimo anniversario del marchio del Biscione. Lo stile è davvero originale e bizzarro, ispirato alle vetture a “codatronca” delle vetture da corsa Alfa Romeo degli anni ’60. Per sapere di più su questa vettura, visita questo articolo.

Alla Mille Miglia ha partecipato l’unico esemplare di colore giallo, immatricolato in Svizzera, che in passato era stato esposto nella più grande mostra dedicata alle automobili di Zagato organizzata in Svizzera nel 2016.

Aston Martin DB7 Zagato

L’Aston Martin DB7 Zagato nasce ovviamente dal pianale di una normale DB7, ma leggermente accorciato. Il design è stato curato da Henrik Fisker, il fondatore della Fisker Automotive, che all’epoca era “solo” uno dei più abili car designer al mondo. La DB7 Zagato era disponibile sottoforma di coupé o cabriolet due porte, per la modica cifra di 250.000 dollari, che nel 2002 erano davvero un mucchio di soldi.

L’esemplare che ha partecipato alla Mille Miglia è probabilmente il più bello di tutti e 99 quelli prodotti, per un motivo semplice: è di colore “British Racing Green”, il miglior colore in assoluto per tingere una vettura inglese.

Le persone in mezzo ai piedi durante le foto sono un classico

Aston Martin V12 Zagato

L’Aston Martin V12 Zagato è indubbiamente una delle vetture più belle mai prodotte. Poggia sulla meccanica della normale V12 Vantage, ma è decisamente più desiderabile, grazie al 6.0 da 517 CV di potenza massima e soprattutto grazie alla linea tagliente ed elegante al tempo stesso. L’avantreno, caratterizzato da un’enorme calandra incisa con un motivo a “Z”, è decisamente attraente, ma il retrotreno è qualcosa di unico, sembra arrabbiato, ricorda la forma di uno squalo, ma allo stesso tempo non smetteresti mai di guardarlo. UAO.

Alla Mille Miglia 2019 ha corso un esemplare color argento, uno dei migliori colori applicabili, poichè risalta ogni fine venatura ed ogni sensuale curva di questo capolavoro. Qualche punto extra è dato dalla presenza dell’ala posteriore, decisamente interessante, ma che non è presente su tutte e 101 le V12 Zagato prodotte.

Aston Martin Vanquish Zagato Shooting Brake

La più originale tra tutte le vetture di Zagato presenti è certamente questa spettacolare Shooting Brake su base Vanquish. Al mondo non esiste una vettura simile a questo capolavoro di design, che rompe con gli schemi a cui siamo abituati per regalarci un’esperienza completamente nuova. Senza ombra di dubbio, è la più bella station wagon al mondo, e potrebbe essere considerata una delle più belle auto mai prodotte.

L’esemplare presente alla Mille Miglia 2019 era di uno spettacolare British Racing Green, che dona una classe ed un portamento davvero senza eguali. Questo esemplare è uno solo dei 99 realizzati in totale, quindi se ne avvistate uno per strada, avete un motivo in più per farle una foto.

Aston Martin Vanquish Zagato Roadster

La Vanquish Zagato Roadster è uno spettacolo per tutti i sensi, essendo spettacolare da vedere, da toccare e da sentire. Arte su ruote, ecco come si potrebbe definire questa spettacolare creatura plasmata sul telaio della normale Vanquish per essere ancora più bella ed esclusiva. Tutto ciò, però, non è gratis: per avere uno dei 99 esemplari erano necessari 1.3 milioni di euro, una cifra stratosferica, ma li vale tutti.

L’esemplare presente è valorizzato dal contrasto tra la candida carrozzeria e la spettacolare capote rossa in tela. Vi sono tantissime altre tinte disponibili, ma in questo caso, il bianco si sposa a meraviglia con le linee spettacolari.

Porsche Carrera GTZ

Terminiamo con questo monumento all’automobilismo con i tergicristallo. Non si tratta di una normale Carrera GT, bensì della riedizione di essa ad opera di Zagato, denominata Carrera GTZ. Si differenzia dalle colleghe “widowmaker” per il retrotreno, caratterizzato da due profili in alluminio che rendono molto più fluente la silhouette della vettura vista di lato.

La Carrera GT è ricordata soprattutto per la sua fama da vettura che non ammette errori, ma grazie al lavoro di Zagato, potrà anche essere annoverata tra le vetture più eleganti mai prodotte.

Ed ecco terminato anche questo resoconto della Mille Miglia 2019. Nel prossimo e ultimo articolo vedremo gli highlights di questa splendida corsa tutta italiana.

Contattaci all'indirizzo yuk4woo@gmail.com per saperne di più!