Come creare nuovi tracciati in Forza Horizon 4

In Forza Horizon 4 è stato aggiunto un interessantissimo tool che permette di creare tracciati a partire da un evento preesistente. Si possono poi condividere questi tracciati con la community internazionale, senza aver bisogno di Xbox Live, ma semplicemente connettendo la Xbox ad internet.

Sulla carta è facile, ma in realtà c’è dietro una “scienza”, e ve ne accorgerete appena proverete a crearne uno per contro vostro. Io stesso sono partito spavaldamente, pensando quanto dovesse essere facile creare un tracciato. “Basteranno alcuni checkpoint qua e là in mezzo al campo e traguardo sulla spiaggia”. Una volta fatto, però, ho notato come fossi l’unica persona in grado di percorrere quel tracciato, perchè mentre io sapevo quando dovessi sterzare, i drivatar seguivano la traiettoria che si era tracciata durante il mio girovagare e non arrivavano più. Ottimo se cercate soldi facili, un po’ meno se volete fare una vera gara…

Scopriamo allora come creare un bel tracciato personalizzato:

Punto 1: partire da un posto interessante

Forza Horizon 4 è pieno di luoghi interessanti, come l’aeroporto abbandonato, la stazione, la cava, il passo alpino che costeggia la ferrovia, il tracciato da fuoristrada, il castello di Bamburgh, e molti altri ancora. Sta a noi sfruttarli al massimo, facendo partire un tracciato personalizzato proprio per questi punti. Tanto per ognuno di questi punti c’è sempre un tracciato di default che parte.

Punto 2: scegliere l’auto adatta

Pensate a che tipo di tracciato volete creare. Se non volete mollare l’asfalto, l’Audi R8 andrà benissimo per tracciare, essendo molto stabile ma anche performante, senza però esagerare. Se invece intendete andare fuoristrada per lunghi tratti, allora è bene prendere la Impreza, che sa andare su entrambi i terreni senza difficoltà ed è abbastanza veloce da impedirvi di mettere troppi checkpoint, ma non troppo veloce da farvene mettere pochi. Evitate auto troppo lente: in caso di salti la traiettoria sarà falsata.

Punto 3: il tracciato

Ottimo, avete scelto l’auto, il punto di partenza, ora non vi resta che creare effettivamente il tracciato. Partite con la vostra vettura, e cercate di creare un percorso fluido ed interessante al tempo stesso. Fanno un figurone passaggi attraverso scenari interessanti, come passare attraverso il castello di Bamburgh, includere salti non improvvisati all’interno di un percorso e alternare allo sterrato delle parti asfaltate ad alta velocità. Evitate di fare curve troppo secche, piuttosto create un tornante ad U, o se proprio volete metterne una, mettete dei checkpoint belli larghi, affinché possa essere affrontata al primo colpo. Se nel verificarlo vedete che i drivatar non riescono a percorrerla è un cattivo segno, perchè dovete ricordare che chi andrà a percorrere la vostra pista non la conoscerà in partenza, e non saprà quindi cosa avevate intenzione di fare. Se mettete un salto, evitate di mettere un checkpoint nel punto in cui atterrate, perchè mentre tracciate il circuito andate certamente più piano rispetto a quando lo percorrerete in gara e di conseguenza in gara si finirà con il saltarlo per forza. State attenti a non creare situazioni di ambiguità in cui non sia ben segnalato il percorso, per evitare smarrimenti.

Fatto, o non fatto, tutto questo, il vostro tracciato sarà pronto per avere successo!



Contattaci all'indirizzo yuk4woo@gmail.com per saperne di più!

Autore dell'articolo: Yuk4woo

Salve a tutti sono Yuk4woo e questo è il mio blog a quattro ruote.

Fai sapere la tua opinione!