Come derapare in Forza Horizon 4

Derapare è solo il modo più scenografico di affrontare una curva, o è molto di più? Ovviamente è di più. Si tratta infatti di un atto di puro piacere, dietro al quale vi è un grande studio ed una ancor più grande preparazione. In Forza Horizon 4 è possibile derapare, ma per farlo serve un metodo molto simile a quello usato dai veri piloti. Scopriamolo assieme.

Fase 1: l’auto

Potete scegliere tra tantissime automobili per derapare, ma ce ne sono alcune che si prestano al compito meglio di altre. Le auto più adatte sono divisibili in tre categorie, quelle che in America chiamano JDM, Muscle Car e Import mentre noi che le vediamo da un punto di vista differente possiamo semplicemente definirle in base alla provenienza: giapponesi, americane ed europee.

Le auto giapponesi sono le vere e proprie ideatrici del drift, nonchè praticanti della propria filosofia più pura e radicale. Tra le loro fila annoveriamo la Nissan 240SX, la Subaru BRZ e la Toyot… ah no giusto, le Toyota hanno abbandonato il mondo dei videogame, così come le Mitsubishi. Mannaggia. Pare lampante quindi che in Forza Horizon 4 le vetture JDM che si sfideranno a suon di derapate saranno della Casa delle Pleiadi o di Nissan. Qualunque auto di questi due marchi andrà benone, dipende dal vostro budget.

Le auto americane sono le “discole” del drifting. Non danzano elegantemente, non sono agili, ma bruciano pneumatici grazie ad una potenza che giapponesi ed europee si sognano. E grazie anche a peso e goffaggine ovviamente. La regina delle americane, lo sappiamo tutti, è la Ford Mustang, ma sarà divertente derapare anche con una Dodge Challenger o, per una derapata più stilistica, con una Corvette, che abbina ai tantissimi cavalli un telaio di tutto rispetto. A voi la scelta.

Le auto europee sono le più belle. E non lo diciamo per fare i nazionalisti, ma perchè, oggettivamente, hanno linee più eleganti. Una GT-R ed una Mustang saranno pur gradasse e spaccone, ma rabbrividiscono di fronte alla raffinatezza di Mercedes e BMW. Di fronte alla Giulia Quadrifoglio, poi, sembrano uscite dal garage di Fred Flinstones, sempre che nel paleolitico esistessero i garage. Le europee sono generalmente più aristocratiche, a causa del prezzo elitario, ma valgono ogni singolo centesimo. E se si tratta di derapare non si tirano mai indietro.

Fase due: preparare la vettura

Prima di tutto, alleggerite l’alleggeribile. Montate componenti di telaio e trasmissione da gara per abbattere i chilogrammi, mettete cerchioni leggeri, sospensioni da derapata e lasciate gli pneumatici di serie. Se avete scelto un’auto che si vede spesso nelle gare di derapata, montate un bel bodykit e una livrea professionale. Potenziare troppo il motore è quasi dannoso, perchè trasforma le nobili derapate in umili burnout, il giusto sta nel mezzo.

Sull’assetto potete lavorare quanto volete, in base al vostro stile di guida. Sospensioni basse e rigide aiutano, così come rapporti un po’ più corti del solito e, soprattutto, controlli di trazione e stabilità disattivati.

Fase tre: derapare

In genere le auto giapponesi sono leggeri e poco potenti. Per farle derapare avremo quindi bisogno di un tocco bello deciso di freno a mano, per metterle “a bandiera”, per poi stabilizzare la posizione controsterzando e dando gas contemporaneamente. L’acceleratore va dosato: troppo poco fa terminare la derapata precocemente, troppo tanto la fa degenerare in testacoda. Con un po’ di sana pratica sarà facile saper gestire derapate di JDM non troppo potenti, e man mano si può salire di potenza.

Le auto americane, lo sappiamo tutti, puntano sulla potenza. Per derapare bisognerà quindi sfruttare tutta questa potenza e piegarla alle nostre volontà, usandola per far sgommare la vettura. Poco prima di imboccare una curva, mettete la seconda o la terza, in base alla velocità di percorrenza. Successivamente, date gas senza fretta, facendo andare l’auto di traverso senza farla ruotare su se stessa. A questo punto controsterzate, per evitare di finire col fare tanti “tondi”, e mantenete la posizione con colpetti di gas. Evitate di aumentare la marcia: stabilizzereste la vettura.

Le europee sono un misto tra queste due categorie, il giusto mezzo. Per derapare dovremo quindi innanzitutto porci di fronte ad una curva adatta ad una velocità non troppo sostenuta, mettere una marcia bassa, come la seconda o la terza, sempre in base alla velocità di percorrenza della curva, e innescate la derapata tirando il freno a mano per poi dar subito colpetti di gas per tenere l’auto nella corretta posizione. E ovviamente controsterzate.

Per guidare delle auto messe a punto per il drift, non dovete per forza scaricare assetti dalla community. Vi basterà seguire le vicende del club della derapata, presente in Horizon 4 sottoforma di storiella interattiva, simile a quella dello stuntman.

Contattaci all'indirizzo yuk4woo@gmail.com per saperne di più!

Autore dell'articolo: Yuk4woo

Salve a tutti sono Yuk4woo e questo è il mio blog a quattro ruote.

Fai sapere la tua opinione!