Le 5 supercar modificate più brutte di sempre

Esistono decine di atelier in tutto il mondo che promettono di prendere la vostra esclusivissima supercar per renderla ancora più unica di quanto non sia già. Spesso e volentieri riescono a creare dei capolavori, ma è anche possibile che il raffinato design originale venga stravolto e peggiorato.

Sbarro GT8

Stahlkocher , tramite Wikimedia Commons

La Sbarro GT8 è semplicemente una Ferrari 360 Modena cabrio peggiorata sotto ogni punto di vista dal designer italiano Franco Sbarro, celebre per aver reso oggettivamente più brutte fior di auto sportive, tra cui anche la Mercedes SL e per aver creato diversi esemplari unici dal design piuttosto discutibile. Il frontale sembra proprio essere quello della normale 360, solo allungato e caratterizzato da un’assurda protuberanza che, tra le tante cose, rende l’apertura del cofano complessa, e non passano inosservati i fanali, a cui è stato rimosso il vetro di protezione. Fa paura, nel senso più che negativo del termine, ed il colore, provocatoriamente rosa, fa sì che la vettura peggiori ulteriormente. Il retro, poi, è difficile da guardare. L’alettone è assurdamente posticcio, il retro è verticale e vuoto, i fanali posteriori sono coperti da una sottile griglia bianca, che uno spot di Autogespot dimostra essere tendente a scivolare sotto il paraurti. Insomma, è inutile trattenervi ulteriormente per qualcosa nato per essere brutto e far parlare di sè, se avete uno stomaco forte, godetevi questo spot sul sopracitato sito Autogespot: https://www.autogespot.co.uk/sbarro-gt8/2013/04/11

DI The Car Spy, tramite Wikimedia Commons

Meglio l’originale?

Mansory La Revoluzione

Dall’archivio Mansory

La Ferrari F12 è una delle vetture più belle in circolazione, con le sue linee eleganti e che trasudano arte e raffinatezza. Va comprata e tenuta così, perchè va bene così, è bella così. Punto. A quanto pare, invece, a qualcuno piace esagerare, e si è rivolto alla svizzera Mansory, che con il danneggiare auto di lusso ha fatto carriera. Il frontale è stato stravolto, con un’appendice simile a quella della Sbarro GT8, che percorre il cofano e arriva fino allo stemma, richiamando lo stile della Enzo, e con la rimozione della gigantesca bocca di squalo anteriore, rimpiazzata da due grandi prese d’aria coperte da una retina metallica rossa, e non nera come ci si aspetterebbe. A dire il vero, ogni presa d’aria di quest’auto ha subito questa tortura di dubbio gusto, ed è uno dei principali motivi per cui noialtri dello staff la riteniamo un’auto sostanzialmente brutta. Il retro è anche peggio, perchè della splendida forma “a T” che la caratterizzava precedentemente non rimane quasi nulla, rimpiazzata da un retro fin troppo ispirato a quello della LaFerrari. Lo stemma con il cavallino rampante, poi, è stato evidentemente messo troppo in basso, sempre nell’ottica di richiamare la hypercar di Maranello. Se volete vederne una per strada, cliccate sul link: https://www.autogespot.com/ferrari-mansory-la-revoluzione-limited-edition/2015/01/04

Meglio l’originale?

ATS Gallardo

DI ATS Automotive

La Lamborghini Gallardo di prima serie potrebbe essere considerata non esattamente un esempio di ciò che si definisce una bella auto, soprattutto perchè è invecchiata decisamente male. Per ringiovanirla, qualcuno ha ben pensato di creare uno splendido (?) kit da applicare, in vendita su Ebay a 11 mila euro. Gli esiti, però, oltrepassano il limite del ridicolo. L’anteriore è uscito ancora relativamente bene, nonostante renda il veicolo assurdamente più lungo, ma è il retrotreno il vero problema. E lo lasciamo descrivere a voi…

Meglio l’originale?

Mansory Siracusa

Di Mansory-gmbh, tramite Wikimedia Commons

La filosofia di Mansory, lo avete già capito, non ci piace moltissimo. Un’altro esempio di tuning peggiorativo, oltre alla F12 Revoluzione, è rappresentato (almeno secondo noi) dalla 458 Siracusa, versione “spinta” della normale 458 Italia, che richiama anch’essa lo stile della Sbarro GT8, con quell’immancabile appendice frontale che non rende le auto più belle, assolutamente no. Il paraurti anteriore sembra posticcio, è assurdo, si vede ancora dove termina quello originale, e sembra troppo tanto una LaFerrari in miniatura per essere in qualche modo giustificato. Il retro, poi, non è da meno, con delle scaglie di carbonio al posto del vetro posteriore che mostra lo splendido motore, e con l’ala posteriore della 458 in carbonio, che non fa altro che confondere messa lì appena sotto la posticcia ala aftermarket. Non è certamente un’auto da appassionati, ma da chi può comprare una F12, ma cerca qualcosa di più esclusivo, seppur più piccolo. 

Di Damian Morys, tramite Wikimedia commons

Meglio l’originale?

Techart Magnum

Di Александр Мотин  tramite Wikimedia Commons GDFL. 

La normale Porsche Cayenne non è esattamente un’auto splendida. Appare grossa, sgraziata, prepotente ed arrogante, ma sappiamo che è proprio per questo che ha molti fan. Per qualcuno, però, la normale Cayenne non era abbastanza esagerata, cominciava ad essere quasi “normale”, ed è qui che Techart, tuner tedesco specializzato in Porsche, è entrato in azione. La Cayenne è stata resa più massiccia dall’enorme mascherina anteriore, stranamente quadrata, che in alcuni casi è stata riempita oltremodo di cromature antiestetiche. L’esemplare nella foto, come forse avrete notato, è un Taxi, facente parte di una flotta riservata ai VIP russi fatta di Techart e Maybach, quindi no, quella strana cosa sul tetto le altre non la hanno. Ma quelle mascherine laterali, quelle prese d’aria sul cofano, quei fianchi assurdamente larghi, con tanto di micro-presa d’aria per i freni, quelli sì, li hanno tutte queste Cayenne speciali. E cosa possiamo dire dei cerchioni?

Meglio l’originale?

Ora, leggendo questo articolo si può concordare o meno con la nostra opinione, ma è meglio fare una specificazione. Lo scopo di queste vetture non è suscitare bellezza, non è finire sui poster o venire lodate per l’eleganza, ma l’apparenza, l’ostentazione, ed è proprionquella la loro ragion d’essere. Chi le disprezza, vuol dire che non può permettersene una, ed è lì la loro vera forza.

E voi lettori cosa ne pensate?

Autore dell'articolo: Yuk4woo

Salve a tutti sono Yuk4woo e questo è il mio blog a quattro ruote.

1 commento su “Le 5 supercar modificate più brutte di sempre

    Anonimo

    (7 novembre 2018 - 22:12)

    Sono andato a vedermi la Ferrari rosa e avete ragione, è proprio orribile!

Fai sapere la tua opinione!