Quante Fornasari RR600 sono state prodotte?

Dato che eravamo interessati a proporvi un articolo sulla Fornasari, effimero atelier automobilistico italiano che ha prodotto delle automobili davvero originali, stavamo scandagliando la rete per dare una risposta ad una domanda che ci ponevamo da tempo: quante Fornasari RR600 circolano sulle nostre strade? Per risponderci, siamo andati a cercare informazioni, immagini e avvistamenti di quante più RR600 possibili, per creare il primo vero registro che contenga il maggior numero possibile di questo modello di Fornasari, particolarmente raro ed esclusivo.

#1

Ad inaugurare questa lista, poniamo una RR600 bianca opaca con i cerchioni da 5 razze neri. Non abbiamo particolari notizie al suo riguardo, sappiamo solo che è stata esposta al Salone dell’Auto di Parigi del 2008 e successivamente non ha lasciato tracce di sè, eccezion fatta per quella che pare essere un’immagine da stampa, in cui è stata portata su sterrato per essere immortalata.

#2

Sempre restando in tema probabili pre-produzioni, abbiamo un’altro esemplare che può fregiarsi di questo titolo. Si tratta della RR600 esposta al Salone dell’Auto di Ginevra del 2008, rosso lucido e sempre con i cerchioni da 5 razze, questa volta color argento. Non si trovano ulteriori informazioni riguardo questo esemplare.

#3

Un’altra probabile RR600 di pre-produzione è quella che è stata immortalata da Fornasari Motors sul lungomare monegasco, senza targa e con cerchioni argentati a 5 razze, che la differenziano dall’esemplare targato italiano, dotato di cerchioni più piccoli, oltre al fatto di essere curiosamente in configurazione quattro-porte.

#4

Come prima auto di probabile produzione poniamo una RR600 di un rosso particolare, immortalata senza targa in alcuni scatti destinati ad essere diffusi alla stampa, e che poi è stata con ogni probabilità immatricolata come tedesca.

#5

Un’altra vettura apparsa nelle immagini stampa è una RR600 bianco lucido, che è stata immortalata sia dalla stampa, sia da curiosi, per le vie di Monaco. Monta degli strani cerchioni, più piccoli di quelli che si vedono di solito su una Fornasari, che permettono di essere distinta dall’altra RR600 bianca lucida esistente.

#6

La stampa spagnola ha avuto l’onore di provare una Fornasari esclusivissima, di un particolare color bordeaux, di cui non si conosce praticamente nient’altro, se non che è dotata di targa tedesca, come molte altre RR600. Sappiamo inoltre grazie all’articolo che, mentre un esemplare “normale” in Spagna costava 140.000 euro, questo ne costava 220.000.

#7

Ora possiamo abbandonare le vetture stampa, per concentrarci su quelle private, ben più interessanti. Cominciamo con la seconda RR600 italiana esistente, dotata di targa stranamente recente (inizia con FJ, non diciamo altro in tutela della privacy), forse perchè si tratta di uno dei due esemplari monegaschi re-immatricolati, ma non ne siamo certi. Quest’auto è stata fotografata dallo staff della Pista Ghiaccio in Val di Sole, in cui sfoggia cerchioni a sei razze piacevolmente sporchi di neve e fanghigia, così come il resto della carrozzeria. La stessa vettura è stata spottata pure da me, per puro caso, sulla costa lacustre bergamasca.

#8

Restiamo in tema blu, colore più diffuso per quanto riguarda le RR600, per parlare di un’altra vettura, identica a quella sopracitata, al punto da farmi pensare che si tratti della stessa vettura, reimmatricolata in Italia dopo un passato monegasco. Si tratta di una RR600 spottata a Monaco nel 2014, da un utente del sito “Autogespot”, per poi “sparire”.

#9

Di Damian Morys, tramite Wikimedia Commons

Ora è il momento di parlare della più popolare tra le RR600, un altro esemplare monegasco, sempre blu, avvistato una decina di volte tra Monaco, Saint-Tropez e Peschiera del Garda, tutte località rinomate e celebri per la presenza di auto esotiche.Si distringue da tutte le altre per i cerchioni, davvero unici. Anche quest’auto è stata spottata per l’ultima volta nel 2014, speriamo non sia finita in qualche immenso garage a prendere polvere. Secondo noi, è la vettura che potrebbe essere poi stata reimmatricolata come italiana.

#10

Una sola fotografia in rete ci mostra una RR600 blu, con targa francese, parcheggiata in un’officina. Stiamo facendo diverse supposizioni, la più probabile delle quali è quella che si tratti della #8 reimmatricolata in Francia.

#11

Un’altra RR600 blu è stata avvistata e messa in rete da qualche appassionato. Si tratta di un esemplare dotato di targa albanese, apparso una sola volta, a Porto Cervo, e di cui non sappiamo dire molto, se non che al momento degli scatti, montava pneumatici da fuoristrada e cerchioni uguali a quelli usati dalla #7 per gli scatti sulla pista da sci.

#12

Abbandoniamo il blu per concentrarci sul rosso. Oltre alla vettura stampa immatricolata tedesca, abbiamo trovato un’altra RR600 dello stesso rosso, sempre tedesca ma con targa differente, avvistata sia a Garda che a Jesolo. In entrambi i casi, montava degli enormi cerchioni argento da 5 razze .

#13

Di colore rosso è anche la (probabile) prima Fornasari ad aver lasciato il Vecchio Continente. Degli scatti ritraggono infatti una RR600 rossa, sospettosamente identica alla #4, con targa araba.

#14

Concludiamo questa lista con la RR600 più strana di tutte. Si tratta di un modello arancione, con i cerchioni a cinque razze neri opachi, avvistata a Saint-Tropez ed a Madrid, assieme ad un’altrettanto originale Fornasari Gruppo B verde. I cerchioni paiono essere stati “scuriti” nel tempo, scelta azzeccata, che dona alla RR600 un look aggressivissimo.

Confidiamo nel fatto che la lista sia il più corrispondente al vero possibile, e ci impegniamo nel mantenerla aggiornata. Avete una RR600 da segnalarci, o immagini che ritraggono una di queste sopracitate? Contattateci!

Autore dell'articolo: Yuk4woo

Salve a tutti sono Yuk4woo e questo è il mio blog a quattro ruote.

Fai sapere la tua opinione!