Come personalizzare una Hot Wheels. Guida numero cinque: come creare un bodykit.

Modificare il colore, aggiungere dettagli, cambiare le ruote, sono tutte operazioni classificabili come “soft tuning”. All’inizio può tranquillamente bastare, ma più andremo avanti con le nostre personalizzazioni, meno vorremo che la nostra macchinina ricordi anche solo lontanamente la figura rappresentata sulla scatola. Ed è qui che si preannuncia l’ingresso nello straordinario mondo del tuning più avanzato. Vediamo allora come entrare con un degno battesimo di fuoco in questo girone infernale, ossia creare un bodykit per la nostra vettura.

 

Prima la teoria

Una Scion FR-S con bodykit Rocketbunny, dall’account Flickr di Chris Johnston

 

 

 

 

 

 

 

 

Un bodykit è in sostanza ogni componente aftermarket che si monta sulla vettura sopra o al posto di un componente originale, per modificarne il look. I bodykit di cui parliamo oggi sono i cosiddetti “widebody”, ossia quelli ideati per rendere l’auto più larga e, di conseguenza, più aggressiva. Le aziende leader nel settore sono due, Rocketbunny per quanto riguarda le JDM, e Liberty Walk, che invece si dedica alle auto più esotiche. In entrambi i casi, però, la filosofia è la stessa: allargare i fianchi, ma con stile. Riusciremo a riprendere questi stili?

Ora la pratica

Per svolgere questo lavoro, ci occorrono innanzitutto:

  • Un barattolo di plastilina
  • Un paio di forbici
  • Una riga (numerata o no)

Prendete la plastilina, e create una sorta di “biscio”, che percorra il parafango della vettura. Di solito, è buona cosa cercare un modello su internet al quale ispirarsi, almeno per le prime opere, che saranno facilissimi da trovare nel caso stiate lavorando su una Scion FR-S o su una Nissan Skyline, un po’ meno se cercate di lavorare su una Ford GT. Appoggiate il biscio sul parafango della vettura, e tagliate le parti in eccesso, in modo da farlo combaciare bene con l’auto, e in modo simile a quello che potete vedere in foto.

Appoggiate alla carrozzeria a tutti e 4 i parafanghi quattro pezzi di plastilina, che siano uguali 2 a 2. Ora, inizia la parte più complessa, ossia cercare di far combaciare i presunti pannelli in plastilina, con la carrozzeria. Prima di tutto, bisogna premere i bordi del biscio di plastilina, in modo da far attaccare la plastilina alla vettura, facendo anche in modo che non sembri proprio un biscio appoggiato, e potete aiutarvi levigando la plastilina con il righello. Il risultato finale potrebbe soddisfarvi o meno, ma in ogni caso, non disperatevi se non sarà esattamente come pensavate sarebbe diventata. Occorre pratica, ed è per questo che è un’operazione da fare quando si riescono a padronare bene tutte le altre operazioni.

 

Piccolo trucchetto

Non volete perdere tempo a litigare con della plastilina, ma volete comunque un’auto widebody? Esistono tantissime Hot Wheels che raffigurano auto da competizione basate su auto vere, come la Volkswagen Scirocco, la BMW Z4, la Ford GT, la Cadillac ATS, la Mercedes AMG GT, eccetera, che sono uguali in tutto e per tutto alle vetture di serie, ma montano un bodykit da gara. Cambiate colore (scopri qui come) e ruote (scopri qui come) per farle sembrare vetture stradali modificate, e non bolidi da corsa, ed ecco fatto: avete la vostra prima Hot Wheels widebody.

Contattaci all'indirizzo yuk4woo@gmail.com per saperne di più!

Autore dell'articolo: Yuk4woo

Salve a tutti sono Yuk4woo e questo è il mio blog a quattro ruote.

Fai sapere la tua opinione!