Quali sono le 10 migliori auto adatte ai neopatentati nel 2018?

Con la normativa del 2011 che stabilisce che ogni neopatentato per un anno può guidare solo auto con un rapporto peso/potenza non superiore ai 55kw/t, e comunque non più di 70 kw di potenza, il parco auto guidabile da un neopatentato si rimpicciolisce parecchio rispetto alle aspettative che potrebbe giustamente avere, riempiendosi di sole citycar piccole e spompate. Ma tra tante carrette, esistono automobili che invece vale la pena di farci un pensierino, senza dover così restare un anno senza guidare aspettando di poter acquistare un’altra auto.

Audi A1

 

 

La piccola di casa Audi è una delle migliori alternative di automobili guidabili dai neopatentati, essendo un modello entry level che quanto a dotazione non ha nulla da invidiare alle altre Audi più grandi. Questo piccolo concentrato di lusso e tecnologia è stato ristilizzato 2 volte, nel 2015 e nel 2018, guadagnando un design più sportivo senza perdere un centesimo di classe. Mira ad una classe di acquirenti che badano poco alla sostanza e molto all’apparenza, ma ciò non toglie che sia dotata anche di grande qualità costruttiva.

La A1 è disponibile in diverse motorizzazioni che rispettano la normativa, partendo dalla TFSI benzina da 82 CV, di listino 18 mila euro, fino alla “ultra S Tron”, da 90 CV e un prezzo di listino di ben 25 mila euro. La panoramica di versioni è ampia, ed offre anche motorizzazioni diesel, con il motore TDI diesel condiviso con la maggior parte delle Volkswagen, e versioni a 3 o 5 porte, in base alle esigenze.

 

Giudizio: “se cercate un’auto trendy, è la vostra auto”

 

Ford Fiesta

 

La piccola di casa Ford è un’altra valida alternativa per i neopatentati, essendo affidabile, economica e ber rifinita. Si tratta di una delle auto più vendute al mondo, diffusissima in ogni parte del mondo, a dimostrare quanto sia un’auto ben ideata. Il basso prezzo di listino, inoltre, è puramente indicativo, dato che le Fiesta sono vendute con politiche commerciali molto convenienti.

I neopatentati possono scegliere tra parecchie versioni, a partire dalla Fiesta 1.1 da 70 CV, ideata apposta per i neopatentati, con un prezzo di listino di 15 mila euro, fino ad arrivare alla Fiesta ST Line (nella foto), dal design grintoso preso in prestito dalla più potente Fiesta ST al prezzo di listino di 18 mila euro. Nel grandissimo mondo dell’usato si trovano tantissimi esemplari non più vecchi di tre anni al di sotto degli 8 mila euro, che possono rivelarsi un ottimo modo di acquistare un’auto praticamente nuova a un prezzo ancora più vantaggioso.

Giudizio: “la scelta più responsabile”

 

Jeep Renegade

 

Per chi cerca un’alternativa alle solite compatte, la Jeep Renegade, il crossover compatto di casa FCA, gemello della Fiat 500X, si pone come alternativa molto valida e ragionevole. Lo stile e le dimensioni dell’auto non passano certo inosservati, specie se l’auto è tinta dell’arancione, colore sul quale Jeep punta molto per dare anche un’aria vivace al piccolo crossover.

 

L’unica versione di Jeep Renegade adatta ai neopatentati è il Multijet 1.6 da 95 Cv ereditato dalle Fiat. Di listino costa 23 mila euro, una bella somma, ma dando uno sguardo all’usato, auto del 2015 con meno di 10 mila chilometri si trovano a 15 mila euro, prezzo notevolmente inferiore.

Giudizio: “arancione, in tutti i sensi”

 

Mazda2

La piccola Mazda è l’esponente di dimensioni minori della nuova filosofia kodo, che consiste in semplicità ed armonia delle linee. Il design è infatti molto particolare, con l’enorme calandra anteriore che ricopre tutto l’avantreno, e richiama tutte le vetture prodotte da Mazda. Si distingue dalle rivali appunto per originalità e dotazioni tecnologiche all’avanguardia, e anche per il fatto che sia probabilmente l’auto più rara di tutte quelle di questa lista.

La Mazda2 è presente sul mercato riservato ai neopatentati solo con un motore, un 1.5 da 75 Cv, che segue i parametri del rightsizing Mazda, e che parte da 14 mila euro di listino, e arriva a 12 mila euro se chilometri zero o usata come nuova.

Giudizio: rara ed originale”

 

Citroen C-Zero-Mitsubishi i-Miev-Peugeot IoN

Blocchi del traffico, accise sul carburante, sensi di colpa ecologici, queste tre piccole elettriche vanno oltre tutti quei problemi che affliggono le normali automobili a benzina o gasolio che siano. Se siete neopatentati e vivete in città, acquistare una di queste tre auto può rivelarsi vantaggioso, mentre se vivete in zone meno urbanizzate, potrebbe trasformarsi in un’agonia alla continua ricerca di una fonte di elettricità.

Tutte e tre le auto sono presenti in listino con un solo motore elettrico, in comune, e sono decisamente costose, quasi 30 mila euro per un’auto di tali dimensioni è una follia. Il mercato dell’usato-come nuovo ci viene ancora una volta in soccorso. Infatti troviamo soprattutto Citroen C-Zero a 12 mila euro, mentre per le altre due serviranno almeno 23 mila euro. Un’altro modo di guidare queste auto è l’affiliazione ad un servizio di car sharing, che permette con un canone ridotto di poter usufruire di queste auto, fino a quando non passerà l’anno e si potrà finalmente spendere i soldi risparmiati prendendo un’ auto da sogno.

Giudizio: “in città, arma a doppio taglio”

 

Renault Clio

La Renault Clio non è esattamente un’auto che punta ai giovani, a quello pensa la Twingo, ma le maggiori dimensioni la rendono più sicura, spaziosa e anche esteticamente migliore della piccola city car, senza costare molto di più. Non spicca sulle altre auto quanto a dotazioni tecnologiche, ma è un’auto con i piedi per terra, semplice e sobria, senza grandi pregi né grandi difetti, perfetta se si cerca un semplice mezzo di trasporto che duri nel tempo.

Le motorizzazioni adatte ai neopatentati sono molte, e spaziano da un piccolo 0.9 Tce da 16 mila euro, fino alla più potente 1.5 da 90 Cv, che arriva a costare fino a 21 mila euro di listino, ma data la popolarità del mezzo, è facile trovarne moltissime usate. Le Clio usate partono da prezzi molto bassi, da 8.500 euro esemplari del 2015 uguali a quando sono uscite dalla fabbrica, auto per le quali vale la pena di fare un pensierino prima di pagare il prezzo pieno.

Giudizio: “sobria ed affidabile”

 

Seat Ibiza

La Seat Ibiza è tra tutte le auto dedicate ai neopatentati quella dall’aria più giovane ed allegra, e, nonostante condivida la piattaforma con la Audi A1e la Volkswagen Polo, è tra le più economiche. Si distingue quanto a dotazioni tecnologiche, tra cui il sistema di infotainment Full Link, e per il fatto di essere rimasta invariata dal 2009 al 2017, salvo piccoli ritocchi estetici, pur rimandendo sempre un’auto dallo stile moderno ed innovativo.

Le motorizzazioni disponibili per i neopatentati partono da un piccolo 1.0 da soli 55kw e 15 mila euro, pensato appositamente per i neopatentati, fino ad arrivare alla Ibiza FR, versione sportiveggiante della Ibiza, dotata di 95 CV ma dallo stile molto simile a quello della ben più potente Ibiza Cupra, da 20 mila euro. Nel magico mondo dell’usato come nuovo si trovano diverse Ibiza del 2017 a meno di 10 mila euro, a dimostrazione di quanto sia puramente indicativo il prezzo di listino.

Giudizio: “giovane e grintosa”

 

Suzuki Jimny

 

La leggendaria fuoristrada Suzuki è probabilmente la più assurda, la più irrazionale, la meno adatta opzione nell’ambito delle automobili adatte ai neopatentati, e proprio per questo è una delle migliori scelte possibili. Anticonformista, dal design simpatico e dalla meccanica affidabile, questo piccolo fuoristrada potrà anche essere deriso nel parcheggio della scuola, ma vi porterà dove la A1 del vicino di casa non potrebbe sognare di arrivare.

 

L’unica motorizzazione adatta ai neopatentati è il 1.3 VVT, motore del quale sono dotate la stragrande maggioranza delle Jimny in commercio, e i prezzi partono da 18 mila euro per quanto riguarda il listino del nuovo, mentre esemplari non più vecchi del 2015 si trovano già a 14 mila euro. Lo stile del Jimny, però, è invariato da parecchio, quindi vale la pena anche di dare un’occhiata agli ancora pù economici esemplari del 2008/2009.

Giudizio: “assurda ed avventuriera. Da amare”

 

Volkswagen Polo

 

La sorella minore della Golf, per quanto riguarda l’ambito delle vetture guidabili dai 18 anni, è una scelta migliore, dato che, a causa delle limitazioni di potenza al motore, la Golf risulterebbe lenta e pesante, mentre la Polo nonostante il piccolo motore se la cava bene, grazie a dimensioni e peso minori, ed è anche meglio della piccola Volkswagen Up!, perchè è di maggiori dimensioni e quindi più sicura e spaziosa.

 

I neopatentati potranno scegliere tra un 1.0 da 48 kw, forse anche un po’ troppo pochi, un 1.0 da 55kw, che non eccelle per prestazioni e ripresa, e un più potente TGI, con prezzi da 14 a 20 mila euro per quanto riguarda il listino del nuovo, mentre si trovano usate come nuove (al di sotto di 10 mila chilomentri di precorrenza) a partire da 9.500 euro per esemplari del 2015.

Giudizio: “qualità e anonimità”

 

Per le fotografie si ringrazia:

Mitsubishi Motors Deutschland GmbH, da Wikimedia Commons

Kickaffe, attraverso Wikimedia Commons

Di Kickaffe, attraverso Wikimedia Commons

Di Livefields attraverso Wikimedia Commons

Reparto stampa Volkswagen

Contattaci all'indirizzo yuk4woo@gmail.com per saperne di più!

Autore dell'articolo: Yuk4woo

Salve a tutti sono Yuk4woo e questo è il mio blog a quattro ruote.

Fai sapere la tua opinione!